Fratture dentali, un problema da non sottovalutare

Frattura dello smalto, con perdita di sostanza della corona

Frattura coronale complicata con esposizione della polpa dentaria

Frattura corono-radicolare complicata riguardante corona e radice, con esposizione della polpa dentaria

Le fratture dentali sono frequenti nel cane come nel gatto.

La prensione di oggetti e giochi nel cane e la caccia o salti nel gatto possono portare a traumatismi causa di fratture dentali.

In base a quale componente del dente viene danneggiata il dolore percepito dal nostro animale sarà più o meno intenso esattamente come accadrebbe a noi.

Solo raramente  gli animali manifestano con sintomi evidenti il loro disagio.Solitamente le fratture coinvolgono la corona, ovvero la parte visibile del dente, in particolare dei denti canini, incisivi e quarto premolari mascellari e primo molare mandibolare.Queste possono coinvolgere solo lo smalto e la dentina sottostante, oppure più gravemente coinvolgere la camera pulpare contenente la polpa dentaria, sede di vene, arterie  e nervi.

Il trattamento in caso di frattura coronale riguardante la polpa dentaria prevede l’estrazione dentale o la terapia canalare o devitalizzazione.
Oltre alla corona anche la radice del dente può fratturarsi, così come entrambe. Anche in questo caso può interessare o meno la camera pulpare.

in questo caso la terapia d’elezione è l’estrazione del dente danneggiato per evitare l’instaurarasi di pulpiti, ascessi, fistole, necrosi del dente e gravi processi infiammatori e infettivi .

Quello che è certo é che i denti fratturati non devono permanere in cavità orale senza trattamento e che purtroppo trattamento medico come terapie antibiotiche non hanno una azione terapeutica ma hanno, insieme agli antinfiammatori ,la sola funzione di controllare il dolore in attesa di una terapia chirurgica.

Posted on 26 giugno 2018 in Casi Clinici Veterinari

Share the Story

Back to Top